Questo sito non utilizza cookie di profilazione. Questo sito consente anche l’invio di cookie di profilazione “terze parti”.Il link all’informativa estesa contiene le seguenti indicazioni: uso dei cookie tecnici e analytics, possibilità di scegliere quali specifici cookie autorizzare, possibilità di negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione comporta la prestazione del consenso all'uso dei cookie e la dichiarazione di aver preso visione dell’informativa estesa

 
 i nostri corsi
 
 
  
 “Sam's Castle” (Italia, 2019), cortometraggio del regista Giona Dapporto, ha vinto la seconda edizione del Concorso nazionale di cortometraggi ideato da “Il cineclub dei piccoli”, festival cinematografico organizzato a Palermo e in streaming dall’associazione Arknoah con la direzione artistica di Francesco Torre.   La giuria di qualità, presieduta dai registi Luca Della Grotta e Francesco Dafano, lo ha premiato come miglior cortometraggio in concorso con la seguente motivazione: “Un racconto semplice ma mai banale. Visivamente e tecnicamente impeccabile. Con un’animazione che pescando dal passato viene utilizzata a favore di un ritmo forsennato e molto divertente”. Sam è un bambino di nove anni che ama costruire castelli di sabbia in riva al mare, ma senza mai riuscire a finirne uno. A un passo dalla resa, il piccolo realizza che il momento di mollare non è ancora arrivato.   La giuria ha premiato con una menzione speciale il cortometraggio “La Grande Onda” (Italia, 2019) di Francesco Tortorella, “per l’innegabile qualità e complessità visiva, la narrazione articolata, complessa, ma sempre a fuoco e per come tratta un tema essenziale alla storia del nostro paese”. Il cortometraggio, che vede tra i doppiatori Leo Gullotta, racconta la storia di Gennaro Musella, ingegnere salernitano ucciso dalla 'ndrangheta nel 1982 per avere denunciato  irregolarità nell'assegnazione di un appalto per i lavori nel porto di Bagnara.    La giuria popolare, composta da alunne e alunni dell’Istituto G. E. Nuccio, ha assegnato il premio del pubblico al cortometraggio “Lovid-19” (Italia, 2020) dei registi Alfonso Pontillo e Alessandro Bottone.  Il corto racconta l’amore ai tempi della pandemia: protagoniste sono due mascherine che si innamorano tra gli scaffali di una farmacia e che faranno scoppiare la scintilla tra due vicini di casa che non si erano mai notati prima del lockdown, troppo presi dalla routine quotidiana.   Infine, il premio FICC - Federazione italiana dei circoli del cinema – è andato al cortometraggio “En Rang par deux” (Italia, 2020) delle registe Elisabetta Bosco, Margherita Giusti e Viola Mancini, “per i temi dell’immigrazione e dell’emarginazione, profondamente attuali, legati dalla musica, dalla semplicità e dalla spontaneità in un mondo in cui si è sempre alla ricerca di una integrazione non soltanto formale”. Nel corto, Afif, di origine tunisina e Aliou, di origine senegalese, raccontano le loro storie, l’arrivo in Italia, l’incontro casuale e il valore fondamentale del suonare insieme per le strade di Roma.   Sabato 22 alle ore 21.00, tutti i cortometraggi in concorso saranno disponibili gratuitamente sulla piattaforma Mymovies.it, dove resteranno online per ventiquattro ore.   Dopo quattro giorni di proiezioni, streaming e workshop al Centro Santa Chiara e in collaborazione con l’Istituto G. E. Nuccio nel quartiere Ballarò, “Il Cineclub dei Piccoli” chiude la seconda edizione e dà appuntamento al prossimo anno.   Il festival è stato realizzato nell'ambito del Piano Nazionale Cinema per la Scuola promosso da MiC e MIUR
gallery
  
 Torna a Palermo dal 19 al 22 maggio Il Cineclub dei Piccoli, il festival di cortometraggi organizzato dall’Associazione Arknoah con la direzione artistica di Francesco Torre, in collaborazione con l’Associazione Santa Chiara e l’Istituto G. E. Nuccio, e realizzato nell'ambito del Piano Nazionale Cinema per la Scuola promosso da MiC e MIUR.   Tante le iniziative in programma, rivolte ai bambini dai 7 ai 12 anni, che si svolgeranno in presenza e in streaming, tra cui il Cineclub con laboratori didattici di illustrazione che seguiranno la visione dei film proposti, e un workshop su “I Mestieri del Cinema” che porterà alla realizzazione di un cortometraggio dedicato al tema della salvaguardia dell’ambiente e del ciclo dei rifiuti. A guidare i bambini nella realizzazione del cortometraggio il videomaker Pietro Vaglica e il regista Gaetano Di Lorenzo.   E proprio a un tema cruciale per la salvaguardia ambientale come quello del riciclo è dedicato il film d’apertura del festival: “Trash – La leggenda della piramide magica”, di Luca Della Grotta e Alessandro Dafano, presentato con grande interesse allo Shanghai International Film Festival e alla Festa del Cinema di Roma. Protagonisti del film sono un gruppo di “rifiuti” alla ricerca di uno scopo che dia senso alla loro vita. Il film sarà disponibile per tutti, gratuitamente, sulla piattaforma MyMovies.it il 19 maggio alle 21.00, e il 20 maggio alle 15.30 al Centro Santa Chiara per i bambini di Ballarò e Albergheria che hanno partecipato al progetto.   Il secondo appuntamento del Cineclub, venerdì 21 alle 15.30, sarà dedicato al grande animatore giapponese Yasuo Ōtsuka, recentemente scomparso, artista sublime che garantì maturità e creatività alle iniziali, esaltanti esperienze alle regia di Hayao Miyazaki e Isao Takahata. Proprio diretto da quest'ultimo il film che verrà proposto al Centro Santa Chiara, “La grande avventura del piccolo principe Valiant”, in cui l'apporto di Ōtsuka come direttore dell'animazione fu talmente importante da accreditarlo in patria col ruolo di co-regista. A seguire un laboratorio didattico di illustrazione.   Al centro del Festival anche il Concorso nazionale di cortometraggi d’animazione. I film in concorso saranno proiettati mercoledì 19, giovedì 20 e venerdì 21 all’Istituto Scolastico Comprensivo Nuccio, dove gli studenti che compongono la giuria popolare assegneranno il Premio del pubblico. Venerdì 21 e sabato 22, a partire dalle 21.00, i film saranno disponibili gratuitamente sulla piattaforma MyMovies.it e resteranno online per ventiquattro ore. A presiedere la giuria di qualità che sabato 22 proclamerà il miglior cortometraggio saranno i registi Luca Della Grotta e Francesco Dafano. Insieme a loro, Alessandra Boatto, Gloria Cianci e Sofia Zanonato (registe del corto vincitore della scorsa edizione, “Polvere sottile”), il regista Gaetano Di Lorenzo, l'animatore culturale Gino Interi, delegato FICC, il direttore artistico del festival “Corto di Sera” Sebiano Chillemi e il videomaker Pietro Vaglica.   Giovedì 20 alle 21.00, in collaborazione con “Corto di Sera”, festival cinematografico gemellato con “Il Cineclub dei Piccoli”, il programma sarà arricchito dalla proiezione sulla piattaforma MyMovies.it di una selezione di cortometraggi disponibili gratuitamente e fruibili per ventiquattro ore.   “Siamo riusciti a garantire che le attività con e per i bimbi potessero svolgersi in presenza – spiega Francesco Torre, fondatore e direttore artistico del festival - ma senz'altro questa seconda edizione sarà un'esperienza nuova perché mancherà il rapporto diretto con il pubblico e offriremo i contenuti audiovisivi ad una platea virtuale. Un approccio sperimentale che mi ha spinto a focalizzarmi sull'essenziale e a pensare a questa edizione come ad un prototipo per il futuro, ma sempre mantenendo la film literacy come obiettivo finale di un progetto di sviluppo del pubblico giovane fondato sulla creatività, sull'impegno personale e sull'atto pratico del giocare, perché come insegnava Danilo Dolci «ciascuno cresce solo se sognato»”.   "Siamo veramente felici di ospitare per il secondo anno il festival Il Cineclub dei Piccoli” dichiara Don Enzo Volpe, direttore del Centro Santa Chiara. “I film di animazione che saranno proiettati  prevedono dei laboratori manuali attraverso i quali i nostri ragazzi saranno coinvolti a concretizzare sogni, emozioni e impegno. In questo tempo di chiusure e limitazioni a causa dell'emergenza Covid – prosegue padre Enzo - questo festival si propone come un segno di ripresa e come un forte auspicio affinché tutti i luoghi di cultura possano riprendere vita".
gallery
  
Siamo orgogliosi di annunciare che il film "A prescindere..." di Gaetano Di Lorenzo, prodotto da Arknoah con il sostegno di Sicilia Film Commission e Scalia Group Srl, è stato selezionato nella short list dei Nastri d'Argento del Documentario, per la categoria docufiction.
"A prescindere..." è l'ultimo progetto cinematografico dell'Associazione Arknoah. Ritratto inedito del grande Totò, ricostruisce l'avventura teatrale dell'attore fino all'ultimo sipario a Palermo, quando i problemi alla vista costrinsero il Principe ad abbandonare una turnè già sold out in tutta la Sicilia.
Presto in distribuzione il dvd con l'etichetta Ex-Libris.
 

Workshop di regia cinematografica
 Il 3 novembre 2020, al Re Mida - Casa Cultur...
 Dal 3 al 7 dicembre 2018, a Palermo, festiva...
Giovedì 25 febbraio, 20.30, Casa del Cinema...
 Realizzato nell'ambito del Piano Locale Giovani d...
 Il video finale realizzato dai piccoli parte...